IRAN. Ferrovie sviluppate coi soldi russi

131

Il ministro dell’Energia iraniano Reza Ardakanian afferma che un prestito di 5 miliardi di dollari che la Russia ha accettato di concedere a Teheran sarà utilizzato per finanziare un importante progetto ferroviario nell’Iran orientale.

Durante una visita nella provincia orientale del Khorasan meridionale, Ardakanian ha detto che un importante progetto ferroviario che collega le città di Zahedan e Birjand sarà finanziato da un prestito di 5 miliardi di dollari fornito dalla Federazione Russa, riporta Iran Front Page.

Ha detto che l’Iran ha ratificato i piani per realizzare il progetto ferroviario, ha notificato alla Russia la sua decisione e sta prendendo accordi con il ministero dello Sviluppo Economico della Russia per realizzare il progetto.

Citando una conversazione telefonica del 29 maggio con la sua controparte russa sul piano di sviluppo, Ardakanian ha espresso la speranza che il progetto ferroviario raggiunga fasi accettabili nei prossimi mesi ed entro l’anno rimanente del mandato dell’attuale amministrazione iraniana.

Il Ministro ha anche sottolineato le abbondanti opportunità di progetti energetici nella provincia del Khorasan meridionale, affermando che l’unica e più grande centrale elettrica a carbone del Paese, situata nella città di Tabas, si sta muovendo rapidamente per entrare in funzione. La grande centrale a carbone avrà un ruolo significativo nello sfruttamento del potenziale delle miniere della provincia e nella creazione di posti di lavoro, ha osservato.

Ardakanian ha anche presentato i piani per generare circa 30.000 megawatt di energia eolica come fonte affidabile di energia rinnovabile in collaborazione con il vicino Afghanistan. «Si sono svolte buone trattative preliminari con l’Afghanistan, e spero che potremo mettere subito in pratica i piani di cooperazione data la situazione dopo la formazione di un nuovo governo in Afghanistan», ha aggiunto il ministro dell’Energia.

L’Iran ha una grande capacità per l’energia solare ed eolica, ha osservato, dicendo che la costruzione di centrali elettriche a energia rinnovabile ridurrà drasticamente il consumo di combustibili fossili e di acqua e ridurrà le emissioni.

Ci sono tre centrali con una capacità di generazione di 18 megawatt nel Khorasan meridionale, ha aggiunto il Ministro, sperando che l’entrata in funzione di un nuovo parco eolico a Sarbisheh permetta alla provincia di esportare energia elettrica.

Maddalena Ingrao