Maxi sequestro di droga in Baluchistan

36

IRAN – Teheran 30/08/2013. Maxi operazione antidroga al confien iraniano.

La polizia di frontiera iraniana ha sequestrato più di 1100 chilogrammi di sostanze stupefacenti tra cui oppio e hashish ai confini orientali del paese, nel Sistan e in Baluchistan, riporta il portale della polizia iraniana. La polizia ha sequestrato circa 1.043 chilogrammi di oppio e di circa 78 kg di hashish in un’operazione contro i trafficanti di droga nelle vicinanze di città di confine di Jakigur nel Sistan e Baluchistan, senza però riuscire ad arrestare i trafficanti. L’Iran si trova sul grande asse della droga tra l’Afghanistan e l’Europa, così come gli stati del Golfo Persico. La Repubblica Islamica ha circa 900 chilometri di frontiera comune con l’Afghanistan, attraverso la quale è contrabbandato circa il 74 per cento dell’oppio mondiale. Secondo le stime ufficiali, la lotta contro la droga ogni anno costa all’Iran circa 1 miliardo di dollari; le statistiche dicono anche che ci sono circa 2 milioni di consumatori di droga nel Paese. Secondo le fonti della polizia, 500 tonnellate di droga sono stati sequestrati nel corso dell’ultimo anno solare iraniano e 215 tonnellate durante i primi 5 mesi dell’anno solare in corso (iniziato il 21 marzo). Ogni anno, l’Iran brucia più di 60 tonnellate di droga sequestrata, come simbolo della sua determinazione a lottare contro il fenomeno.