Teheran aiuta le tossicodipendenti

85

IRAN – Teheran 02/12/2015. Teheran ha iniziato la procedure per la riabilitazione delle tossicodipendenti senza fissa dimora.

Secondo le nuove direttive, riporta l’agenzia Irna, le donne saranno indirizzate alle strutture omologhe dei nostri Sert. Alla fine della disintossicazione, le donne saranno ospitate in ostelli, dove rimarranno sotto controllo per diversi mesi. Secondo il Comitato di Stato dell’Iran per la famiglia, le donne e i bambini, l’uso di droga nel paese affligge 1,3 milioni di persone. Oltre la metà dei detenuti nelle carceri iraniane scontano condanne per traffico e uso di droga e in alcune province la cifra tocca il 65 per cento. Il governo di Teheran ha così risposto alle proteste dei residenti nella capitale che lamentavano i problemi causati dalla presenza delle tossicodipendenti. Secondo le stime della polizia, le donne senza fissa dimora tossicodipendenti si aggirerebbero sulle 1.500.