IRAN. Donne allo stadio a Teheran (e in uniforme a Riyadh)

43

L’Arabia Saudita ha annunciato il 9 ottobre che permetterà alle donne del Regno di entrare nelle forze armate, decisione che fa parte di un ampio programma di riforme economiche e sociali. La mossa è l’ultima di una serie di misure volte ad aumentare i diritti delle donne nel regno, anche se le attiviste accusano Riyadh di aver represso le donne.

«Un altro passo verso l’empowerment», ha scritto il ministero degli Esteri su Twitter, aggiungendo che le donne sarebbero state in grado di arruolarsi come soldati o sottufficiali; l’anno scorso, l’Arabia Saudita aveva autorizzato le donne ad entrare nelle sue forze di sicurezza.

Mohammed bin Salman ha approvato una serie di riforme volte ad ampliare i diritti delle donne, permettendo loro di guidare e di viaggiare all’estero senza il consenso di un “guardiano” maschio. Ma allo stesso tempo ha approvato l’arresto di diverse attiviste per i diritti delle donne, riporta Afp.

L’Arabia Saudita sta portando avanti una politica per migliorare la propria immagine e attrarre turisti per diversificare la propria economia dal petrolio. 

Nel frattempo, la musica sta cambiando anche in Iran. Migliaia di tifose iraniane hanno partecipato liberamente a una partita di calcio il 10 ottobre, per la prima volta da decenni, dopo che la FIFA aveva minacciato di sospendere la Repubblica islamica a riguardo.

La Repubblica islamica ha escluso le spettatrici dal calcio e da altri stadi per circa 40 anni, perché secondo il clero devono essere protette dall’atmosfera maschile e dalla vista di uomini seminudi.

La direttiva Fifa è arrivata dopo che Sahar Khodayari, una tifosa soprannominata “Blue Girl”, si è data fuoco perché temeva di essere scoperta essendo andata allo stadio travestita da ragazzo.

Le donne hanno acquistato massa i biglietti Iran Cambogia valida per la qualificazione ai Mondiali 2022 allo stadio Azadi di Teheran, che ha una capacità di 100.000 spettatori; il primo lotto è stato venduto in meno di un’ora, e così anche i posti a sedere aggiuntivi per arrivare a 3500 biglietti per le donne staccati. Le spettatrici saranno separate dagli uomini e sorvegliate da 150 agenti di polizia donne.

Mentre le donne hanno già esaurito i biglietti lo assegnati, solo 2.500 uomini hanno finora acquistato biglietti elettronici per gli oltre 70.000 posti a loro disposizione, riporta Isna.

Anna Lotti