Arrestato ex vicepresidente iraniano

14

IRAN – Teheran 09/06/2015. Le autorità iraniane hanno arrestato, l’8 giugno, un ex vice-presidente iraniano con l’accusa non specificate.

Secondo ls Fars, Hamid Baghaei (a destra nella foto) è stato arrestato pochi mesi dopo che un altro deputato legato all’ex presidente Mahmoud Ahmadinejad (a sinistra nella foto) è stato condannato in uno scandalo di corruzione. «L’ex vice-presidente Hamid Baghaei ha ricevuto un invito a presentarsi di fronte ai magistrati per l’interrogatorio» ha detto il portavoce del dicastero della Giustizia, Gholamhossein Mohseni-Ejei, riportato dall’agenzia Fars. A gennaio 2015, l’ex vice-presidente Mohammad Reza Rahimi è stato condannato a cinque anni di carcere e condannato a pagare 38,5 miliardi di rial in relazione a delle accuse di riciclaggio di denaro e appropriazione indebita per miliardi di dollari. Mohseni-Ejei non ha rivelato se il caso contro Baghaei fosse legato allo scandalo di appropriazione indebita, dicendo che non gli era stato permesso di specificare le accuse. Se risultasse che le accuse sono collegate, il caso potrebbe fornire ulteriori elementi per lo scandalo che coinvolge membri di alto livello del governo dell’ex presidente Ahmadinejad e servirebbe a fare pressione sullo stesso Ahmadinejad, cui Rahimi avrebbe scritto una lettera dopo il suo arresto, in cui l’ex presidente veniva collegato allo scandalo. Ahmadinejad ha sempre negato qualsiasi coinvolgimento, e i suoi sostenitori definiscono “politiche” le accuse contro di lui. Nel 2014, un uomo d’affari miliardario, legato alla vicenda, è stato giustiziato.