IRAN. Aumenta del 300% l’export verso l’UE

59

Le esportazioni iraniane verso l’Unione europea sono aumentate di oltre il 300 per cento dopo l’attuazione dell’accordo nucleare del 2015 tra l’Iran e il gruppo di paesi P5 + 1. Lo ha affermato il commissario europeo per il Clima e l’energia Miguel Arias Canete, ripreso da Irna. Parlando al primo business forum Iran-Ue a Teheran, Canete ha aggiunto che il commercio tra l’Iran e l’Unione ha mostrato un aumento del 79 per cento dopo l’attuazione dell’accordo nucleare, il Joint Plan of Action, Jcpoa.

Secondo i dati Eurostat a febbraio 2017, le esportazioni iraniane verso l’Ue ammontavano a 5,494 miliardi di euro nel 2016 rispetto a 1,235 miliardi di euro nel 2015. Canete ha espresso l’impegno dell’Unione a collaborare con l’Iran nel settore dell’energia nucleare e ha affermato che il Jcpoa ha preparato il terreno per la ripresa della cooperazione Iran-Ue.

Il commissario ha ribadito il sostegno dell’Ue all’accordo nucleare e ha detto che l’Iran e l’Unione hanno iniziato a cooperare tra di loro in settori diversi nel 2016 e sono riusciti a firmare molti accordi. Ha invitato entrambe le parti a continuare ad aggiornare la loro cooperazione. Canete ha espresso la disponibilità dei paesi europei a trasferire le proprie esperienze nello sviluppo di energia pulita all’Iran, affinché Teheran possa conseguire l’obiettivo di ricavare il 30% delle sue necessità energetiche da energie rinnovabili entro il 2030. Ha osservato che questo fatto avrebbe aiutato le imprese europee a fare più investimenti in Iran.

L’Iran e i cinque membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite – gli Stati Uniti, la Gran Bretagna, la Francia, la Cina e la Russia – oltre alla Germania hanno firmato il Jcpoa il 14 luglio 2015 e ne hanno iniziato l’applicazione il 16 gennaio 2016.

A seguito della conclusione e dell’attuazione dell’accordo, l’Iran e gli Stati membri dell’Ue hanno avviato la cooperazione e hanno firmato diversi accordi in vari settori. Oltre 50 imprese europee e associazioni di imprese e circa 40 aziende energetiche iraniane hanno preso parte al forum di Teheran, al fine di consentire relazioni commerciali e partenariati tra l’Iran e l’Unione europea e creare le basi per un’ulteriore cooperazione e partenariati congiunti nel settore dell’energia.

Lucia Giannini