EAU nuovi attrattori di investimenti

8

EAU- Dubai. 25/04/16. L’Arabia Saudita, Stati Uniti, Regno Unito, India, e il Kuwait sono stati i primi paesi  decidere di fare investimenti diretti esteri (IDE) a Dubai nel 2015.

A scriverlo è il Gulftimes secondo cui i 5 paesi di origine hanno generato un totale di AED14.9 miliardi ($ 4 miliardi di dollari) di investimenti diretti esteri dello scorso anno, che rappresenta il 76 per cento degli IDE totali. I dati sono stat estrapolati dal rapporto Investment Development Agency Dubai (Dubai FDI), un’agenzia del Dipartimento dello Sviluppo Economico, che ha anche rivelato che gli Stati Uniti, Regno Unito, India, Germania e Svizzera sono i paesi migliori di origine per il numero di progetti nel 2015, la generazione di 168, o 60 per cento, di progetti totale di investimenti diretti esteri. Secondo i dati finanziari i progetti creati hanno generato più di 14.000 posti di lavoro, dice il rapporto. «Dubai ha continuato a rafforzare la sua posizione come destinazione degli IDE globale preferita nel 2015 scalando le classifiche di IDE globali per 4 ° posto per numero di progetti greenfield e 6 a capitali stranieri attratti a seconda dei mercati FT», ha detto Sami Al Qamzi, direttore generale di DED. La prima relazione del Dubai IDE Monitor ha mostrato che il 71 per cento dei progetti FDI nel 2015 ha una qualifica “di alta e media tecnologia” e ha generato il 59 per cento degli IDE totali. Secondo il report, i settori merceologici più interessati dagli investimenti nel 2015 sono stati i servizi professionali, servizi IT, trasporto e stoccaggio, finanza e vendita al dettaglio.