Per turchi tedeschi le regole dell’Islam sono più importanti delle leggi dello Stato

72

GERMANIA- Berlino. 19/06/16. Quasi la metà dei cittadini tedeschi di origine turca intervistati per una ricerca dell’Università di Munster, ritiene che le regole e le leggi che derivano dall’Islam sono più importanti delle leggi del paese in cui vivono.

La ricerca dal titolo:  «Integrazione e la religione dal punto di vista dei tedeschi turchi in Germania» ha messo in evidenza che il 47 per cento dei cittadini di origine turca considera il dogma religioso importante più importante rispetto alla legislazione nazionale, in particolare quando le due leggi su un argomento specifico entrano in contraddizione. Il 32 per cento ha espresso il desiderio di vivere in uno stato come quello che esisteva al tempo del profeta Maometto. Inoltre, oltre il 50 per cento degli intervistati ritiene che lo Stato li tratta come cittadini di seconda classe. Lo studio si basa su un sondaggio che ha incluso 1.200 cittadini di origini turche che si sono distinti soprattutto per il loro rispetto del diritto tedesco e contribuiscono ad una migliore integrazione nella società. Così, il 70 per cento di loro pensano che sono pronti per una piena integrazione nella società. Quando si tratta di un dare parere positivo la maggioranza, l’80% parla di integrazione con i cristiani, con solo il 50 per cento che hanno una visione positiva di ebrei e atei. D’altra parte, totalmente compatibile, fino al 90 per cento degli intervistati ritiene loro vita in Germania e più che soddisfacente.