Astana blocca l’inflazione

39

KAZAKHSTAN – Astana. 13/02/14. Inflazione alle stelle in Kazakhstan dopo la svalutazione della moneta. I dati ufficiali la davano al 4.8 per cento.

Ma oggi a pochi giorni dalla svalutazione, l’Agenzia per la tutela della concorrenza della Repubblica del Kazakistan  si è riunita con capi di governi locali per cercare di mantenere i prezzi del petrolio e dei beni socio – significativi sotto controllo. A darne notizia il presidente della Banca Nazionale del Repubblica del Kazakhstan Kairat Kelimbetov. «Vorremmo chiedere agli organi esecutivi locali di prestare attenzione soprattutto ai prezzi della benzina», ha detto K. Kelimbetov. Il capo della Banca nazionale ha evidenziato che nei primi giorni dopo la svalutazione, il lavoro di tali organismi e della Banca nazionale è molto importante. «Purtroppo, alcuni fornitori disonesti, hanno già applicato degli aumenti fino al 20 per cento», ha osservato K. Kelimbetov. Egli ha detto che quando la svalutazione è stata effettuata nel 2009, il tasso di inflazione non ha superato il sei per cento. Per questo motivo, come capo della Banca nazionale cercherò mantenere l’inflazione in una gamma di sei-otto e credo che questo sia possibile ha chiosato K. Kelimbetov.