Sumatra in fiamme

19

SINGAPORE – Singapore 14/09/2015. Il ministro dell’Ambiente e delle Risorse Idriche Vivian Balakrishnan il 14 settembre, ha parlato con il ministro indonesiano dell’Ambiente e delle Foreste, Siti Nurbaya Bakar, ribadendo l’offerta di Singapore di aiutare per combattere gli incendi boschivi.

Lo riporta l’Agenzia nazionale per l’ambiente (Nea) il 14 settembre ha detto in una dichiarazione. L’offerta è arrivato quando il numero di incendi nell’isola di Sumatra, in Indonesia, è arrivato a 962 in due mesi nella stessa giornata ed è stato dichiarato lo stato di emergenza nella provincia di Riau. L’Indonesia aveva già accettato, in precedenza, l’offerta delle Forze armate di Singapore «di inviare dei C-130 per il “cloud seeding” e dei Chinook anti-incendio» per poi dire che il paese aveva sufficienti mezzi propri e aveva declinato l’offerta nella giornata del 13 settembre, come ricorda un comunicato della difesa di Singapore, ripreso da Channel News Asia. Siti Nurbaya ha detto, in una dichiarazione, che il suo paese ha già messo in campo tutte le risorse per affrontare l’emergenza incendi, ma ha poi aggiunto che avrebbe consultato il presidente indonesiano Joko Widodo per la nuova offerta di Singapore. Fino ad ora la parte sud di Sumatra è stata letteralmente inondata d’acqua per spegnere gli incendi: Riau con 18 milioni di litri, e Jambi con 12 milioni di litri. I due ministri si sono detti però d’accordo nello scambio di informazioni relativo alla individuazione degli autori degli incendi dolosi.