Moto-Taxi al femminile

8

INDONESIA – Giacarta 27/11/2015. È stato lanciato un nuovo servizio di moto-taxi in Indonesia riservato alle donne musulmane che non vogliono stare in sella con degli uomini e quelle che volessero evitare molestie sui trasporti pubblici.

Il servizio si propone di aiutare i passeggeri donna che viaggiano di fretta rispettando i costumi islamici. Il servizio si chiama Ojek Syar’i, “taxi islamico” o Ojesy in breve viene incontro alle esigenze di molte donne che nelle caotiche città indonesiane non riescono più ad essere tranquille. Una analisi del Jakarta Post, tempo fa, ha riscontrato che molte donne hanno rinunciato a denunciare molestie sessuali sui bus, sapendo che tali casi raramente arrivano in tribunale. La nuova società chiede ai suoi piloti, tutte donne, di indossare l’hijab e abiti larghi, di possedere una moto e un telefono Android per rispondere alle prenotazioni effettuate on-line. Ojek Syar’i iniziato ad operare a marzo e, anche se in origine esclusivamente riservato alle donne musulmane, nel corso del tempo, ha intercettato l’interesse anche tra i non-musulmani; oggi copre 12 città sull’isoal di Giava e impiega circa 350 piloti, tra studentesse e casalinghe. Per i piloti della società non si tratto solo di un lavoro regolare, ma di uno sforzo per aiutare altre donne.