Jihadisti arrestati in Indonesia

54

INDONESIA – Giacarta 25/05/2015. La polizia indonesiana ha ucciso due presunti militanti e ne ha arrestati altri sette a Sulawesi.

Unità anti-terrorismo hanno ucciso due uomini, ritenuti terroristi, durante uno scontro a fuoco il 24 maggio in un villaggio nel distretto di Poso sull’isola di Sulawesi, ha cominciato la polizia in una conferenza stampa il 25 maggio. I due avrebbero resistito all’arresto e hanno dato vita a dune conflitto fuoco in cui sono rimasti uccisi. I due uccisi erano collegati agli altri sette presunti terroristi arrestati in altre operazioni effettuate durante la settimana precedente, di questi cinque sono stati arrestati nella capitale del sud Sulawesi, Makassar. I sette erano collegati all’estremista più ricercato del paese, Santoso, che guida il gruppo Mujahidin dell’Indonesia orientale, che si nasconde nella giungla di Sulawesi.
I militanti di Sulawesi sono tra i pochi che costituiscono una minaccia reale in Indonesia, attraverso attacchi contro le forze di sicurezza indonesiane. Ultimamente sono cresciuti i timori sull’influenza dello Stato Islamico, preoccupazioni aggravate dai rischi legati ai combattenti di ritorno dai teatri caldi di Sirio e Iraq.