Nuova Delhi e Tokyo più vicine

21

INDIA -Nuova Delhi 16/01/2015. La produzione congiunta di aerei anfibi US-2, la rimozione degli ostacoli per finalizzare un accordo sul nucleare civile, rafforzare la cooperazione per la sicurezza marittima e l’attuazione di numerosi progetti infrastrutturali saranno al centro dell’agenda dei colloqui strategici fra i ministri degli Esteri di India e Giappone il 17 gennaio.

Il ministro degli Esteri giapponese Fumio Kishida, che è arrivato a Nuova Delhi il 15 gennaio, ha visto il primo ministro Narendra Modi per questioni di reciproco interesse.
Nel loro dialogo strategico, Sushma Swaraj e Kishida potranno decidere su una serie di questioni chiave, tra cui il rafforzamento di un accordo sulla cooperazione e la produzione di equipaggiamenti per gli aerei anfibi US-2.
Il Vice addetto stampa, il ministero degli Affari Esteri del Giappone, Ken Okaniwa, ha detto che entrambi i leader discuteranno anche sulla dichiarazione di Tokyo lanciata durante la visita del primo ministro Narendra Modi a Tokyo nel settembre del 2014. Okaniwa ha dichiarato la disponibilità del Giappone a produrre gli US-2 in India.
Okaniwa ha poi detto che saranno cercato i modi per «rafforzare il dialogo politico» nella Trilaterale tra India, Giappone e Stati Uniti anche a varie questioni regionali e globali, tra cui la riforma del Consiglio di Sicurezza.
Sarà, quello di domani, il primo viaggio all’estero di Kishida dopo la sua nomina a ministro degli Esteri. Okaniwa ha detto che i due leader discuteranno di «partnership e promozione degli investimenti» con l’attuazione di grandi progetti, tra cui una rete di treni ad alta velocità, tra Mumbai e Ahmedabad, rafforzando la linea esistente in alcune zone e lanciando un progetto per il corridoio ferroviario merci.
Ha poi aggiunto che sarà discusso anche il miglioramento della rete stradale nel nord-est che collega la regione con i paesi del sud est asiatico.
Okaniwa ha poi detto che la “Modinomics” e l'”Abenomics” avranno successo e le relazioni economiche bilaterali vedranno un miglioramento significativo nei prossimi anni. Durante la visita di Modi, il Giappone promise di dare 35 miliardi di dollari all’India nei prossimi cinque anni per progetti di sviluppo.
Okaniwa ha detto che Abe ha accettato l’invito di Modi di visitare l’India, ma le date del viaggio sono ancora da decidere.