Fintech Bridge tra Londra e Mumbai

14

INDIA – Mumbai, 09/09/2015. India e Gran Bretagna collaboreranno per creare un ‘FinTech Bridge’ tra i due paesi, riporta l’agenzia Sarkaritel.

Il Fintech è un settore in rapida crescita del business, che fornisce soluzioni nel settore dei servizi finanziari, il loro obiettivo è l’inclusione finanziaria o l’accesso al credito per l’IT, ha detto il ministro britannico del Commercio e degli Investimenti Francis Maude. L’annuncio ufficiale verrò dato al IIT di Bombay, quando Lord Maude visiterà il Centro Nazionale per l’Innovazione e Ricerca Aerospaziale (Ncair), che sta collaborando con l’Università di Sheffield e utilizzando piattaforme IT creati dalla britannico Delcam. In precedenza il 9 settembre, Maude ha firmato un protocollo d’intesa tra il Regno Unito e la Sanità del governo del Maharashtra, che apre la strada ad una vasta gamma di collaborazioni sanitarie, compreso lo sviluppo delle competenze professionali, della sanità digitale e dei servizi di ambulanza. Inoltre, Maudedovrebbe incontrare investitori potenziali in Gran Bretagna, tra cui la Tata Sons, spesso considerato come «il più grande fornitore di lavoro e produzione» per l’Uk, oltre che visitare i laboratori della Cipla a Vikhroli, nei pressi di Mumbai. A Nuova Delhi, illustrerà poi l’accordo commerciale India-Regno Unito, che si estende il supporto per le collaborazioni di business e innovazione tra i due paesi. Sarà affiancato dal segretario di Stato britannico per il commercio, dell’innovazione e delle competenze, Sajid Javid.
Le visite dei ministri britannici anticipano quella del primo ministro Narendra Modi in Gran Bretagna nel mese di novembre, che ha descritto la collaborazione dell’India con la Gran Bretagna «una combinazione imbattibile» nella creazione di partnership di successo con immensi benefici per le due nazioni.