INDIA. Rivisto l’accordo sulla Doppia imposizione con il Kazakhstan

30

di Tommaso dal Passo INDIA – Nuova Delhi 10/01/2017. L’India e il Kazakistan hanno firmato nella capitale indiana (nella foto) un Protocollo che modifica la vigente Convenzione per evitare la doppia imposizione, Dtac, tra i due paesi, firmata il 9 dicembre 1996, per evitare le doppie imposizioni e per prevenire le evasioni fiscali in materia di imposte sul reddito.
Le caratteristiche salienti del protocollo sono, stando a quanto riporta Abc:
(I) Standard di livello internazionale per un efficace scambio di informazioni in materia fiscale. Inoltre, le informazioni ricevute dal Kazakistan a fini fiscali potranno essere condivise con altre forze dell’ordine, con l’autorizzazione della competente autorità del Kazakistan e viceversa.
(II) Limitazione dei benefici per impedire l’uso improprio del Dtac e per consentire l’applicazione del diritto nazionale e le misure contro l’elusione o l’evasione fiscale.
(III) Disposizioni specifiche per facilitare / alleviare la doppia imposizione economica nei casi di prezzi di trasferimento.
(IV) Disposizioni sul servizio Pe con una soglia e prevede inoltre che gli utili da attribuire alla Pe saranno determinati sulla base del riparto degli utili complessivi dell’impresa.
(V) Sostituisce l’articolo esistente sull’assistenza in riscossione delle imposte con un nuovo articolo per allinearlo con gli standard internazionali.