INDIA. Nuova Delhi potrebbe scatenare una guerra nucleare con Islamabad

393

L’India potrebbe lanciare un attacco nucleare preventivo contro il Pakistan.

Lo ho detto Vipin Narang, stratega nucleare dello statunitense MIT, ripreso dal quotidiano Hindustan Times. Questo primo attacco, tuttavia, non sarà rivolto su centri urbani o obiettivi convenzionali, ma contro l’arsenale nucleare di Islamabad. Questa valutazione strategica è in netto contrasto con quella di New Delhi impostata sul “no-first strike” del 2003.

«C’è una crescente evidenza che l’India non permetterà che il Pakistan lo faccia per primo» ha detto Narang in una conferenza sulla politica nucleare

«La salva di apertura in India non può essere fatta di attacchi tradizionali cercando di far fuori solo le batterie Nasr (veicoli di lancio per le testate tattiche nucleari del Pakistan) in teatro, ma un completo “contrattacco globale” che tenti di disarmare completamente il Pakistan delle sue armi nucleari in modo che l’India non debba impegnarsi poi in ulteriori scambi nucleari, esponendo le proprie città alla distruzione nucleare» ha detto lo studioso.

I rapporti tra i paesi vicini sono al punto più basso da quando è avvenuto un attacco alla base militare indiana di Uri nel Kashmir, lo scorso anno. Dopo l’attacco, l’India ha affermato di aver effettuato «attacchi chirurgici contro gruppi militanti in Kashmir», negati dal governo, e dai militari pakistani.

Tuttavia, nel mese di febbraio, entrambi i paesi hanno esteso la durata di un patto bilaterale, che a che fare con la riduzione del rischio di incidenti nucleari, tra cui una guerra, per un periodo di cinque anni.

Narang ha citato una serie di recenti osservazioni e prescrizioni di politica fatte dai principali strateghi indiani e un libro di Shivshankar Menon, che ha curato la politica nucleare per l’India come consigliere della Sicurezza nazionale per il primo ministro Manmohan Singh.

Nuova Delhi ha mantenuto la sua politica di non effettuare il primo lancio nucleare dal 2003, impegnandosi a non iniziare una guerra nucleare in uno scenario ricco di attori nucleari come la Cina e il Pakistan.

Antonio Albanese