INDIA. Nuova Delhi cerca mercati per la Difesa in Africa

36

Se la Cina, con l’obiettivo di mostrare le sue capacità militari, aveva organizzato nel 2018 un forum Cina-Africa per la difesa e la sicurezza che ha coinvolto 50 nazioni africane, l’India non vuole essere da meno e ha iniziato delle esercitazioni con le nazioni africane.

L’India insieme a 17 nazioni africane ha iniziato dal 18 marzo scorso un’esercitazione militare congiunta, chiamata Afindex19, presso la base militare di Aundh nello stato indiano del Maharashtra. 

Stando a quanto riporta Sputnik, sono ben 17 i contingenti delle nazioni africane che vi partecipano: Benin, Botswana, Egitto, Ghana, Kenya, Mauritius, Mozambico, Namibia, Niger, Nigeria, Senegal, Sud Africa, Sudan, Tanzania, Uganda, Zambia e Zimbabwe; l’India sarà rappresentata dal reggimento di fanteria leggera di Maratha.

«L’esercitazione si concentrerà sullo scambio delle migliori pratiche tra le nazioni partecipanti, sul team building e sulle operazioni a livello tattico nello svolgimento dei compiti affidati dalle Nazioni Unite», si legge in una dichiarazione dell’esercito indiano.

I compiti affidati dall’Onu comprendono l’istituzione di nuove missioni, la creazione di siti di osservatori militari durante le missioni di pace, la protezione dei civili, diverse sfumature per il dispiegamento permanente dei combattimenti, la protezione dei convogli, gli aspetti di pattugliamento e gli aspetti relativi all’assistenza umanitaria contro le mine.

All’inizio di quest’anno a gennaio, durante un evento dell’Africa Day al Vibrant Gujarat Summit organizzato nella città di Ahmedabad, Henry Oryem Okello, il ministro ugandese per gli Affari Internazionali aveva cercato di spingere l’India a stringere legami più forti con l’Africa dicendo: «Gli indiani sono arrivati prima, ma hanno ignorato la bella Africa, i cinesi sono venuti successivamente e l’hanno presa in consegna».

Oltre alle fiorenti relazioni commerciali e di investimento con le nazioni africane, Pechino aveva anche lanciato nel 2018 il primo China-Africa Defence and Security Forum per rafforzare la sua presenza militare nella regione. La Cina aveva già reso operativa la sua prima base militare estera a Gibuti nel 2017.

Durante il forum Cina-Africa, i rappresentanti di oltre 50 nazioni africane hanno visitato diversi siti dell’esercito cinese, della marina e dell’aviazione militare. L’evento è stato considerato un tentativo di mostrare le capacità tecniche cinesi in vista dell’apertura di strade per la vendita di attrezzature militari alle nazioni africane.

Luigi Medici