Accordo fiscale indo-macedone

36

INDIA – Nuova Delhi 17 dicembre 2013. India e Macedonia hanno firmato, il 17 dicembre, un nuovo accordo fiscale per evitare doppie imposizioni (Dtaa).

L’accordo prevede tra l’altro lo scambio di informazioni bancarie a fini dell’amministrazione fiscale. Il Dtaa è stato firmato dal ministro indiano degli Esteri Salman Khurshid e quello della Macedonia Nikola Poposki. Secondo il nuovo accordo, dividendi, interessi e canoni saranno tassati nel paese di origine e il tasso di imposizione non dovrà superare il 10 per cento. Le plusvalenze sui titoli saranno tassati nel paese di origine. Il reddito d’impresa verrà tassato anche nel paese di origine se il contribuente avrà una stabile organizzazione. Il Dtaa ha anche una ‘limitazione del beneficio’ clausola per evitare qualsiasi uso improprio dei benefici del trattato.