Ancora proteste violente nel Kashmir indiano

10

INDIA – Srinagar 18/04/2016. Proseguono le violenze in Kashmir dopo la recente violenta protesta scoppiata alla notizia di molestie subite da un soldato indiano di una minorenne locale.

Otto separatisti sono stati arrestati il ​​15 aprile quando sono scesi in piazza a Srinagar per protestare contro l’uccisione di quattro civili da parte delle forze indiane, nella prima ondata di proteste, riporta l’Epa.
I detenuti, tra cui cinque uomini dal gruppo separatista Jammu e Kashmir Liberation Front (Jklf) e tre donne del Kashmir Tehreek-e-Khawateen (Ktk), sono stati arrestati dalla polizia durante un corteo di attivisti indipendentisti. La ragazza presunta molestata e la usda famiglia sono tati arrestati dalla polizia, riportava Indian Express in questo giorni, stessa versione dava Hindustan Times. La polizia ha risposto che i tre erano in custodia per la loro “protezione”.
Dal fine settimana, le autorità hanno imposto severe restrizioni in alcune aree di Srinagar e il coprifuoco in alcune parti del distretto di Kupwara a nord del Kashmir (in apertura foto d’archivio).