Arrestato miliziano di JEM nel Kashmir

9

INDIA – Srinagar 26/02/2016. In un’operazione congiunta, l’esercito e la polizia il 25 febbraio hanno arrestato un militante di Jaish-e-Mohammad (Jem) Pakistan nel distretto di Baramulla nel Jammu e Kashmir.

Riporta il quotidiano The Tribune che l’esercito e la polizia hanno catturato Mohammad Sadiq Gujjar, 17 anni residente in Pakistan (nella foto), che aveva partecipato ad un attacco contro un sito militare tre mesi fa nel distretto di Kupwara. Gujjar ha compiuto l’azione assieme ad altri tre combattenti uccisi durante l’attacco a novembre 2015. Il gruppo, con l’aiuto di Gps, ha attraversato il confine a piedi, il 24 novembre, e ha camminato fino a raggiungere il campo; dopo l’attacco, Gujjar è fuggito. La sua latitanza è durata final 25 febbraio. Gujjar provenne da una famiglia di agricoltori benestanti della zona ed è stato radicalizzato da un suo compagno di scuola dopo di ché ha ricevuto un addestramento di tre mesi in un campo Jem.