INDIA. Heron israeliani per Nuova Delhi

53

L’annuncio che l’India riceverà i suoi primi droni armati Heron da Israele è arrivato quando Narendra Modi si prepara a entrare nella storia come il primo primo ministro indiano a visitare il paese.

Nuova Delhi ha iniziato il processo di acquisto dei suoi primi 10 droni armati Heron Tp da Israele due anni fa, al costo di 400 milioni di dollari, riporta Sputnik.

L’Heron è in grado di rilevare e monitorare gli obiettivi prima di distruggerli. Visto che Israele è uno dei fornitori principali di armi dell’India, Modi probabilmente cercherà di rafforzare ulteriormente i legami tra i due paesi durante la sua visita a luglio.

Il segretario Indiano all’Economia, Amar Sinha, aveva detto alla fine di febbraio che le due nazioni devono avere un “rapporto multi-dimensionale” piuttosto che uno “unifocale”: «Stiamo cercando di stabilire un programma che sarà sotto la nostra iniziativa globale delle reti universitarie. Abbiamo già un programma in cui i professori indiani vanno ad insegnare in Israele. Quindi, stiamo esplorando nuove aree».

Secondo l’Economic Times dell’India, i droni sono già pronti per la consegna, ma il pagamento finale non è ancora stato fatto.

L’Uva più avanzato dell’Israel Aerospace Industries, Iai, Heron è in grado di gestire un carico utile di 1.000 kg, ha un peso al decollo di 5.300 kg e dispone di un’autonomia di 40 ore; viene utilizzato dalle forze aeree israeliane dal 2010.

Un Uav armato può aiutare a minimizzare i rischi operativi mentre distruggono obiettivi individuali o campi di terroristi. La Drdo indiana sta lavorando già ad un programma di un drone indiano chiamato Rustom 2.

Tel Aviv ha mostrato l’Heron ad AeroIndia a Bangalore nel mese di febbraio; questo velivolo armato può eseguire operazioni di sostegno e di combattimento con una portata di missili aria-terra, insieme anche a missioni di ricognizione.

Tommaso dal Passo