Ferrovie, motore della ripresa indiana

42

INDIA . Nuova Delhi 26/02/2015. L’India ha annunciato il 26 febbraio di voler investire 137 miliardi di dollari per modernizzare le sue fatiscenti ferrovie, impegnandosi a ripristinare la “spina dorsale” del Paese riportandola al suo antico splendore.

Nel pacchetto sono previste anche lezioni di yoga antistress per il personale. Il ministro delle Ferrovie Suresh Prabhu ha detto che la rete è stata fondamentale per lo sviluppo economico dell’India e ha annunciato un investimento totale di oltre 8.500 miliardi di rupie (137 miliardi di euro) nei prossimi cinque anni. Prabhu ha promesso di rendere le ferrovie indiane più sicure, di costruire più linee e aumentare la velocità deglii spostamenti su nove grandi assi. Ha detto che il governo avrebbe introdotto il Wi-Fi nelle stazioni e avrebbe formare il personale al pubblico, cercando di rendere il viaggio con le ferrovie indiane un’esperienza piacevole. Ma ha escluso aumenti tariffari dopo una impennata nel 2014 che ha scatenato le ire dell’utenza.«L’Infrastruttura ferroviaria non è stata migliorata in modo sostanziale negli ultimi decenni» ha detto Prabhu al parlamento consegnando il bilancio ferroviario annuale.
L’ammodernamento ferroviario è visto come la chiave per conseguire gli impegni da parte del governo di Narendra Modi per rilanciare la crescita, dopo un lungo periodo di stagnazione economica.
Costruito dai britannici, il sistema ferroviario indiano è uno dei più grandi del mondo, trasporta 23 milioni di persone ogni giorno, ed è ancora il principale mezzo di viaggio a lunga distanza nel paese. Ma anni di abbandono finanziario uniti ad una politica di sovvenzioni tariffarie hanno colpito duramente la rete. Modi ha detto che il bilancio ferroviario, che arriva due giorni prima del suo primo bilancio completo, ha segnato un “cambio di paradigma” da discutere per una riforma globale: «Le ferrovie indiane non solo servono per spostarsi, ma sono un potente strumento per accelerare l’economia», ha detto in un discorso televisivo. Il governo non ha precisato come intende, però, finanziare l’aumento degli investimenti dopo aver escluso aumenti nelle tariffe. Le ferrovie indiane sono tra i più grandi datori di lavoro del mondo, con uno staff di 1,3 milioni di persone.