Economia indiana in crescita

38

Secondo le previsioni di molti analisti, l’economia indiana avrebbe dovuto rallentare fino a raggiungere i livelli di dieci anni fa, gli ultimi dati riguardanti lo stato dell’economia del subcontinente si attestano ad una crescita nel mese di giugno del 5,3% più bassa rispetto al 9%  previsto dal governo di Mumbay. Ad oggi, la terza economia asiatica è investita dall’interesse di società e investitori che scommettono sulla crescita nel medio periodo, soprattuto nei settori guidati dalla domanda interna in crescita.

Gli investimenti nei titoli indiani sono quadruplicati nel 2012 a 16,7 miliardi di dollari, inclusi i 4 miliardi di dollari in azioni della Hindustan Unilever e Godrej Consumer Products. L’indice Sensex è salito ddel 14 per cento quest’anno, facendo dell’India la miglior seconda borsa in Asia.

Con la crisi negli Usa e nell’Ue, molte società scelgono l’India per la sua tradizionale qualità che l’hanno resa uno delle destinazioni “calde”, soprattuto per la sua classe media che assomma a 1,2 miliardi di persone. Da Ikea a Cocoa Cola a Krispy Kreme Doughnuts Inc., molte società stanno incrementando la loro presenza sul mercato indiano nonostante i grandi progetti infrastrutturali stanno segnando il passo. I consumi interni,nonostante tutto, restano alti, circa il 68 per cento dell’economia indiana è isolata dai contraccolpi della crisi. Certo le grandi fughe ci sono state nei primi sei mesi dell’anno, ma ancora oggi gli investitoti hanno fiducia nel mercato di mumbay grazie ad una serie di piccole riforme, come, ad esempio, l’innalzamento degli investimenti esteri in titoli di Stato.

Addirittura la debolezza energetica è stata fonte di guadagno per la Cummins Inc. (Usa), società costruttrice di motori diesel. La Cummins ha guadagnato oltre 2,2 miliardi di dollari all’anno e ha intenzione di innalzare i propri investimenti nel Paese fino a 150 miliardi per i prossimi due anni dai 100 milioni investiti nel 2012. Inoltre, il grande numero di giovani che vuole vivere in città ed entrare nel mercato per innalzare il proprio  stile di vita tiene vive le attese degli investitori, come attestano le vendite del settore automotive indiano. Le previsioni di crescita del settore si attestano ad un 10,9 per cento annuale fino ad arrivare a 4,8 milioni nel 2016.