INDIA. Difesa e antiterrorismo al centro degli accordi Bolsonaro-Modi

56

L’India e il Brasile hanno siglato, la scorsa settimana, 15 accordi per intensificare la cooperazione in un’ampia gamma di settori e hanno presentato un piano d’azione per rafforzare legami strategici, dopo i colloqui tra il primo Ministro Narendra Modi e il presidente brasiliano Jair Messias Bolsonaro.

Nel piano d’azione, i due Paesi hanno fissato obiettivi specifici per una più profonda cooperazione nei settori della difesa e della sicurezza, del commercio, dell’agricoltura, dell’aviazione civile, dell’energia, dell’ambiente, della salute e dell’innovazione e si sono impegnati a lavorare insieme per concludere un accordo per affrontare il terrorismo internazionale. L’obiettivo principale dei colloqui è stato quello di dare impulso al commercio bilaterale e agli investimenti, poiché entrambe le grandi economie sono state colpite dal rallentamento dell’economia globale, riporta Business Standard.

I 15 accordi prevedono la cooperazione in una vasta gamma di settori, tra cui petrolio e gas, risorse minerarie, medicina tradizionale, zootecnia, bioenergia, commercio e investimenti. «La sua visita in India ha aperto un nuovo capitolo nei legami tra India e Brasile», ha detto Modi, riassumendo il risultato dei suoi colloqui con Bolsonaro. Definendo il Brasile un partner prezioso per la crescita economica dell’India, il primo Ministro indiano ha detto che entrambi i Paesi sono stati sulla stessa lunghezza d’onda su varie questioni globali ed ha espresso la fiducia che i legami si rafforzeranno ulteriormente.

Modi ha detto che l’attenzione si sta concentrando su nuovi modi per dare impulso alla cooperazione industriale nel settore della difesa.

Da parte sua Bolsonaro ha affermato che i due Paesi hanno ulteriormente consolidato i già forti legami firmando 15 accordi che prevedono la cooperazione in diversi settori.

Secondo il piano d’azione, i due Paesi incoraggeranno una maggiore collaborazione tra le loro basi industriali di difesa e lavoreranno insieme per concludere un accordo nella lotta al terrorismo internazionale e alla criminalità organizzata transnazionale. Ha ricordato che le due parti rafforzeranno i meccanismi istituzionali consolidati e promuoveranno il coordinamento su questioni bilaterali, plurilaterali e multilaterali di reciproco interesse sulla base dei principi di uguaglianza e fiducia.

I legami dell’India con il Brasile, il più grande Paese dell’America Latina, hanno registrato una ripresa negli ultimi anni. Il Paese ha una popolazione di 210 milioni di abitanti con un’economia di 1,8 trilioni di dollari e questa è stata la prima visita del Presidente Bolsonaro in India.

Il volume degli scambi bilaterali è stato di 8,2 miliardi di dollari nel 2018-19. Questo includeva 3,8 miliardi di dollari di esportazioni indiane verso il Brasile e 4,4 milioni di dollari di importazioni dall’India. Entrambi i governi ritengono che vi sia un enorme potenziale per incrementare ulteriormente il commercio bilaterale.

Le principali esportazioni indiane verso il Brasile comprendono prodotti agrochimici, filati sintetici, componenti e ricambi per auto, prodotti farmaceutici e prodotti petroliferi. Le esportazioni brasiliane verso l’India includono petrolio greggio, oro, olio vegetale, zucchero e minerali e minerali grezzi sfusi. Gli investimenti indiani in Brasile sono stati di circa 6 miliardi di dollari e gli investimenti brasiliani in India sono stimati a 1 miliardo di dollari nel 2018.

Maddalena Ingroia