L’India preoccupata dal deficit con la Cina

7

INDIA – Nuova Delhi 01/06/2016. Il ministro indiano del Commercio Nirmala Sitharaman ha ribadito gli sforzi del governo sta facendo per garantire un maggiore accesso al mercato cinese per i prodotti indiani, in modo da affrontare il crescente deficit commerciale con il suo vicino asiatico.

«Il crescente deficit commerciale non è una buona notizia. Con la Cina, stiamo tenendo una serie di colloqui, in modo che i nostri farmaci, i prodotti informatici e il settori Ites possa ottenere un maggiore accesso al mercato cinese», ha detto in ministro in un briefing sul lavoro svolto negli ultimi due anni, riporta Sarkaritel, «Stiamo negoziando con la Cina a diversi livelli» ha detto il ministro. A questo proposito, Sitharaman ha detto che le aziende indiane hanno espresso crescenti preoccupazioni relativamente al processo di registrazione in Cina, assai complesso e lungo. Secondo i dati ufficiali, il deficit commerciale tra India e Cina durante il periodo aprile 2015 – gennaio 2016 è aumentato arrivando a 44,7 miliardi di dollari. Sitharaman ha anche detto che, al fine di fermare l’afflusso di molti prodotti cinesi più economici, come l’acciaio, che stanno inondando il mercato indiano e danneggiano l’industria nazionale, l’India sta prendendo misure che sono compatibili con le norme dell’Organizzazione mondiale del commercio.