Arrestato bombarolo” di Laskar e-Taiba

32

INDIA – Nuova delhi 19/07/2013. La polizia ha annunciato il 17 agosto di aver arrestato un importante militante islamico accusato di essere tra gli ideatori degli attentati del 1993 a Mumbai e di oltre 40 altri attentati mortali in tutto il paese.

Settanta anni, Abdul Karim Tunda,  presunto membro del gruppo Lashkar-e-Taiba (Let) basato in Pakistan, è stato arrestato da una squadra speciale della polizia di Delhi, vicino al confine con il Nepal il 16 agosto. Tunda occhialuto, con una lunga barba dipinta di rosso e vestito di bianco, è stato mostrato ai giornalisti dalla polizia. Tunda, noto esperto di esplosivi era ricercato per il suo ruolo nelle esplosione del 1993 a Mumbai che uccisero più di 250 persone in un solo giorno. Gli attacchi mirati a hotel, uffici, edifici pubblici e banche nella capitale finanziaria dell’India sono stati visti come una rappresaglia per la rivolta musulmana seguita alla demolizione dell’antica moschea di Ayodhya. Tunda avrebbe anche “ideato” gli attentati a Delhi nel 1997-98 e una serie di attentati nel resto del paese. Al momento dell’arresto Tunda aveva un passaporto pakistano, l’AC 4413161 rilasciata il 23 gennaio, in nome di Abdul Quddus; il suo soprannome, Tunda, significa “monco” in hindi, poichè privo della sinistra  persa in un incidente mentre stava preparando una bomba nel 1985 a Mumbai. Tunda, fuggito nel 1994 in Bangladesh, dove ha addestrato i radicali a fabbricare bombe, poi passato in Pakistan, prima di tornare in India, è vicino a Hafiz Saeed, il fondatore LeT.