Incontro tra Mali e Qatar

60

Una delegazione guidata dal presidente ad interim della repubblica del Mali, Diouconda Traoré, e composta tra l’altro dal Ministro degli Affari Esteri e per la Cooperazione Internazionale, Tiéman Coulibaly, e dal Ministro della Difesa, Yamoussa Camara, si è recata il 23 ottobre scorso a Doha per incontrare l’emiro Sheick Hamad Bin Khalifa Al Thani.

Il presidente Traoré ha dichiarato che il Qatar «è disposto ad aiutare il nostro Paese (il Mali) a ritrovare la pace al nord» e che l’emiro l’aveva rassicurato in questo senso. 

Più concretamente, il Qatar era stato indicato dai servizi di intelligence militare francesi di essere uno dei maggiori finanziatori dei gruppi che poi hanno sottratto l’Azawad (la regione settentrionale del Mali) al controllo del governo di Bamako.

La nuova dinamica nella cooperazione tra i due Paesi affermata da Traoré inizierebbe proprio dalla fine del finanziamento ai movimenti quali il Mouvement National de Llibération de l’Azawad – Mnla, gli islamisti di Ansar Dine, i terroristi di Al Qaida per il Magreb Islamico – Aqmi e il Movimento per l’Unicità e la Jihad in Africa Occidentale – Mujao, principali fruitori dei soldi qatarioti in Mali. Le contropartite ad oggi non sono chiare, ma il Qatar mira alle risorse energetiche maliane e probabilmente anche a partenariati per altre risorse locali.