In crescita rapporti Asean – Ue

44

VIETNAM – Hanoi. I governi dei paesi dell’Asean e dell’Ue dovrebbero agevolare il commercio e gli investimenti tra le comunità imprenditoriali delle due entità attraverso meccanismi di cooperazione efficienti, politiche economiche eque e trasparenti. Questo è stato il messaggio proposto nel III Aseran-Ue Business Summit svoltosi ad Hanoi, cui hanno partecipato 700 imprese delle due organizzazioni, e svoltosi a latere del XIX incontro dei ministri economici Asean, il 9 marzo.

Il Segretario generale dell’Asean, Le Luong Minh, detto che, nonostante i rischi per l’economia globale, l’Asean e l’Unione europea sono ancora in possesso di tutte le condizioni favorevoli allo sviluppo economico. Le due parti devono rafforzare il loro coordinamento per affrontare gli effetti della crisi mondiale, perché nessun paese può farvi fronte da solo. Il commissario Ue al commercio, Karel de Gucht, ha dichiarato che l’Asean è stato uno dei principali partner commerciali dell’Unione e che, a sua volta, l’Ue è stata uno dei più grandi investitori per l’ASEAN; per mantenere queste posizioni, ha poi aggiunto, i governi devono continuare a ridurre le barriere commerciali, favorendo la creazione di condizioni favorevoli per le imprese nelle due regioni. I negoziati per l’accordo di libero scambio Ue-Asean dovrebbe essere acceleratati per creare un quadro giuridico adatto alle relazioni bilaterali, ha aggiunto il Commissario. Esistono una serie di accordi bilaterali tra Ue e Paesi membri Asean. Tra Asean e Ue, le relazioni commerciali e gli investimenti si stanno sviluppando positivamente con commercio bilaterale pari a  quasi 235 miliardi di dollari nel 2011. Nel 2012, l’Unione europea era in cima alla lista degli investitori diretti esteri dell’Asean SEAN e ne è stata il terzo partner commerciale.