In crescita il petrolchimico iraniano

48

di Lucia Giannini IRAN – Teheran 19/11/2106. La capacità petrolchimica iraniana si è attestata a 10835 milioni di tonnellate (Mt) nel corso dello scorso anno fiscale iraniano, concluso il 21 marzo.

La carenza di materia prima è stata del 44,8 per cento, mentre le operazioni di riparazione e manutenzione assommano al 42 per cento della capacità, si legge nel rapporto annuale statistico della National Iranian Petrochemical Company. L’Iran prevede di aumentare il volume di produzione effettivo di 54,7 Mt nel corrente anno fiscale, con un aumento di 7 Mt all’anno.

Il rapporto dice che l’Iran ha consumato 53,5 milioni di metri cubi al giorno (mcm / d), di gas naturale, di cui il 44 per cento è stato usto come materia prima negli impianti petrolchimici durante lo scorso anno fiscale; 5,57 milioni di tonnellate di gas condensato, 1775 tonnellate di nafta, 1631 Mt di etano, 87000 barili di Ngls, oltre 210000 barili di kerosene sono stati consumati negli impianti petrolchimici.

L’Iran intende aumentare la capacità nominale produzione petrolchimica a 180 Mt all’anno entro il 2025; secondo i dati del rapporto Teheran ha esportato 18,8 Mt di prodotti petrolchimici durante lo scorso anno fiscale; tuttavia, secondo le statistiche, l’export petrolchimico ha raggiunto le 18719 Mt nella prima metà del corrente anno fiscale, una crescita del 53 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.