In calo il PIL di Singapore

93

di Graziella Giangiulio SINGAPORE – Singapore 26/11/2016. Il dato del Pil finale singaporeano nel periodo luglio-settembre 2016 ha superato le previsioni. Secondo quanto riporta Channel News Asia, l’economia però si è ridotta del 2 per cento, arrivando a un inatteso brusco 4,1 per cento di contrazione. I dati del Pil hanno mostrato un quadro di rallentamento dell’economia di Singapore, che era riuscita a crescere anno su anno del 2 per cento con un’espansione, trimestre su trimestre, dello 0,1 per cento nel corso del periodo aprile-giugno 2016.
Secondo il canale asiatico, il miglioramento nel settore manifatturiero ha contribuito alla revisione al rialzo dei dati sul Pil del terzo trimestre, compensato da una debole performance nei servizi alle imprese, così come dal commercio all’ingrosso e al dettaglio.
La disaggregazione dei dati per settore ha mostrato che il settore dei servizi alle imprese si è espanso dello 0,2 per cento anno su anno, una crescita più lenta rispetto allo 0,7 per cento nel secondo trimestre. Su una base trimestrale, si è contratta dello 0,1 per cento, facilitando il calo dello 0,7 per cento nei tre mesi precedenti.
Il commercio all’ingrosso e al dettaglio si è ridotto del 1,5 per cento si base annua, in contrasto con la crescita del 0,9 per cento nel secondo trimestre. Il settore manifatturiero è cresciuto del 1,3 per cento rispetto allo stesso periodo del 2015, appoggiato dall’elettronica e dal cluster della meccanica di precisione. Tuttavia, il settore si è ridotto del 9,1 per cento su base trimestrale, con un’inversione netta del 2,1 per cento di crescita nel secondo trimestre.
Vengono così ridotte le previsioni di crescita del Pil per l’intero anno tra 1 e 1,5 per cento per il 2016, a fronte di una previsione precedente di 1 e 2 per cento.
Per il 2017, l’economia di Singapore è destinata a crescere tra l’1 e il 3 per cento, nonostante i rischi connessi al Brexit e al rischio default del debito in Cina e a quelli politici oggi aumentati, che potrebbero a loro volta portare a maggiori incertezze economiche.