Il Sud Africa vuole utilizzare il nucleare per produrre energia

21

Il Sud Africa ha concordato con l’Unione africana il divieto di test nucleari e in cambio ha ottenuto l’apertura di trattative per l’utilizzo del nucleare nel settore energetico.

L’Unione africana (UA) e Sud Africa sono hanno iniziato una trattativa sulle modalità di attuazione della Commissione African Nuclear Energy (CAEN), una organizzazione creata per promuovere l’uso pacifico dell’energia nucleare e la tecnologia nucleare,  a riferirlo un funzionario UA. Il direttore di pace e sicurezza, il signor El Ghashim Wane, che ha confermato le trattative, ha detto che il processo è in fase di completamento, ora si attende il conferimento dell’incarico del Segretario esecutivo della Commissione il cui compito principale sarà quello di assicurare rispetto degli impegni assunti dagli Stati contraenti in materia di non proliferazione e della sicurezza nucleare e radiologica. L’accordo di vietare le armi nucleari, è entrato in vigore nel 2009, dopo essere stato ratificato da 15 paesi, ed è stato creato dal trattato di Pelindaba (Sud Africa), al fine di creare un ambiente libero da armi nucleari in Africa. Mr Wane ha detto che a partire dal 2011, cinque paesi hanno firmato e ratificato l’accordo, portando a 36 il numero dei paesi firmatari. Il trattato di Pelindaba, aperta alla firma 11 aprile 1996 al Cairo (Egitto), per un periodo illimitato, vieta le parti a produrre, immagazzinare, acquistare, possedere, o di postazioni di controllo armi nucleari loro territorio. Essa vieta anche la ricerca e lo sviluppo di armi nucleari e la realizzazione di esplosioni nucleari per scopi pacifici.