Il governo italiano supporta la Trans Adriatic Pipeline

69

Michael Hoffman, direttore delle Comunicazioni e degli Affari Esterni della Trans Anatolian Pipeline (TAP), ha comunicato che la compagnia ha ottenuto dei progressi nel coinvolgimento  del governo italiano e quello greco nel progetto di esportazione di gas in Europa.

La Grecia e l’Italia hanno raggiunto un accordo per supportare il progetto della TAP ideato per trasportare il gas naturale in Europa dalla regione del Mar Caspico  passando per la Grecia e l’Albania, il Mar Adriatico e l’Italia del Sud per poi essere direzionato in Occidente.
Il viceministro dell’Energia  della Grecia, Makis Papageorgiou, e la sua controparte italiana hanno dato il via alla cooperazione che impegna le due parti nella realizzazione congiunta del gasdotto.

La TAP è divenuto il progetto principale del consorzio di Shah Deniz e tra i suoi azionisti conta la svizzera EGL (42.5%), la svizzera Statoil (42.5%) e la compagnia tedesca E.ON Ruhrgas (15%).