Il gas russo guarda a Est

38

Vladimir Putin ha ordinato un ripensamento della politica d’esportazione del gas russo verso est, per avvantaggiassi della crescente domanda asiatica, a fronte della diminuita richiesta dall’Europa e della scoperta di nuovi campi artici.

Il presidente ha illustrato questa nuova strategia in un meeting della dirigenza Rosneft. Putin ha stretto la sua presa sull’export di gas russo da quando la Commissione Ue ha accusato Gazprom di dumping. La Russia cerca così di vendere il proprio gas alla Cina, il più grande consumatore a mondo. I due però fino ad ora non sono riusciti ad appianare le divergenze relative a prezzi e vie distribuzione del gas. Oggi la Russia vuole vendere gpl oltre che alla Cina, anche a Corea e India.

L’obiettivo è quadruplicare l’export entro il 2020.