Il caso della Libertad all’Itlos

64

ARGENTINA – Buenos Aires. Il caso dell’ Ara Libertad verrà discusso del Tribunale internazionale del Diritto del Mare il caso tra Argentina e Ghana nella sessione del 29-30 novembre. 

Buenos Aires ha già intentato una causa contro il Ghana presso il Tribunale delle Nazioni Unite del Mare di Amburgo per chiedere la liberazione della fregata Ara Libertad, bloccata da più di sei settimane nel Paese africano a causa di un ordine del tribunale emesso dopo una ingiunzione giudiziaria di fondi speculativi statunitensi. 

Prima delle audizioni, ci sarà un giro di consultazioni tra i delegati dei due Paesi.

«L’Argentina ha accettato le date proposte dal Tribunale per le audizioni, come gli altri aspetti della procedura che sono stati discussi in una tele-conferenza tra le due parti e i giudici di Amburgo«, riposta il comunicato del ministero della Difesa argentino.

Secondo l’Argentina, il rilascio della nave dovrebbe essere «incondizionata e immediata». La Libertad è stata bloccata il 2 ottobre in seguito ad un ordine di un tribunale di New York, dai titolari di obbligazioni argentine in default che non hanno accettato la ristrutturazione proposta dall’Argentina nel 2005 e nel 2010.

L’amministrazione del presidente Fernandez ha richiesto che il Ghana sia ritenuto responsabile per il «sequestro illegale» della fregata e di ordinare al Ghana «il risarcimento di tutti i danni legali e di altro’ gente» subiti dall’azione illecita».