IDF finanzia gli studi dei congedati

42

di Tommaso dal Passo  ISRAELE – Gerusalemme 03/11/2016. Il Idf ha annunciato i suoi piani per finanziare studi accademici o professionali per i soldati congedati, utilizzando fondi speciali.

La vision Idf in materia, definito dal capo di stato maggiore Gadi Eizenkot e approvata dal ministro della Difesa Avigdor Lieberman, riporta Arutz Sheva 7, è che ogni soldato congedato dall’esercito riceverà sostegno nei suoi studi accademici o professionali, oltre ad altri vantaggi di legge.

Il piano sociale previsto da Idf intende mostrare l’apprezzamento delle istituzioni per i soldati, per il loro contributo e servizio allo Stato. È stato progettato per incoraggiare i soldati congedati a studiare e conseguire professioni che consentano loro di integrarsi meglio nella società civile.

Il finanziamento per il piano si baserà sui contributi del Fondo “Yahad-United for Israel’s Soldiers”, così come da sostenitori in tutto il mondo, in accordo con il cambiamento di priorità per quanto riguarda i contributi per l’Idf ; l’attuazione del piano richiede comunque una serie di modifiche legislative.

Allo stato attuale, i soldati congedati ricevono un deposito che può essere utilizzato per finanziare parte degli studi, l’acquisto di un alloggio, un matrimonio o aprire un’attività. Il nuovo programma consentirà ai soldati di finanziare un terzo delle loro tasse universitarie e gli altri due terzi saranno finanziati dal piano, permettendo così il pieno finanziamento degli studi.

Il programma si svolgerà dal presente anno accademico, con migliaia di soldati provenienti da ambiti speciali che dovrebbero trarne beneficio nel corso dell’anno. In definitiva il programma prevede più di 40mila soldati congedati ogni anno e quando sarà esteso a tutte le diverse specialità militari comprenderà circa 120mila soldati ogni anno.