IDE cinesi per il Kirghizistan

41

KIRGHIZISTAN – Biškek. 02/05/14. Le principali fonti di investimenti esteri diretti in Kirghizistan per il periodo 2007-2013, sono arrivate da paesi non CSI. Fonte Ministero dell’Economia del Kirghizistan.

 

Secondo il Tazabek, per il periodo 2007-2013 vi è stata una crescita tendenziale degli investimenti ricevuti da Paesi non-CSI. Nel dettaglio i paesi non CSI dal 2007-2009 hanno mantenuto una media del 56,2% di tutti gli investimentiricevuti dal Paese Centroasiatico, nel periodo 2010-2013 ha avuto una media del 87,8%, raggiungendo nel 2011 una percentuale del 94,92.

C’è una crescita stabile consistente degli investimenti dalla Cina. Nel 2007 la quota di IDE provenienti dalla Cina rappresentava solo il 6,6%, mentre nel 2013 questa cifra è arrivata del 45%. I 10 principali paesi investitori entro la fine del 2013 rappresentano il 92% di tutti i redditi da investimenti diretti. Cina e Canada insieme rappresentato il 61% degli IDE totali. Poi ci sono gli investimenti che vengono dalla Russia 70 milioni di dollari che rappresentano solo il 7% di tutte le entrate. Tra gli investitori rilevanti nel 2013: Regno Unito con una quota dell’8%; Corea 1.50%; Cipro 3.45%; Emirati Arabi Uniti 1.40% così come la Francia; Svizzera 1.26%.