MoU per il gasdotto IAP

5

CROAZIA – Dubrovnik 29/08/2016. Croazia, Albania, Bosnia-Erzegovina e Montenegro hanno firmato un Memorandum of Understanding (MoU) per la costruzione dello Jonian Adriatic Pipeline (Iap) con la Socar.

Secondo i media croati la firma è avvenuta nell’ambito del Forum Dubrovnik il 26 agosto. La Iap di circa 516 km sarà collegato alla Trans Adriatic Pipeline (Tap), che porterà il gas azero verso l’Europa, nella città di Fier, in Albania. Iap passerà attraverso Albania, Montenegro, Bosnia-Erzegovina, e finirà a Spalato in Croazia, dove sarà collegato al sistema di distribuzione del gas esistente del paese. Dalla Croazia, il gas potrà andare in Ungheria e in altri paesi dell’Europa centrale e occidentale. La capacità della IAP saranno cinque miliardi di metri cubi all’anno. Tap ha già firmato protocolli d’intesa e collaborazione, riporta poi Trend, con il gestore della rete di trasporto del gas naturale Plinacro, Croazia, BH-Gas, Bosnia-Erzegovina e Geoplin Plinovodi, Slovenia.