I Gurkha rischiano di sparire

47

È uno dei reparti più famosi e preparati delle forze armate di Sua Maestà britannica, ma oggi rischiano di scomparire perché il Nepal, ex colonia imperiale, oggi vorrebbe approvare una legge che impedirebbe l’arruolamento nelle forze armate di un’altro Paese, anche alluce dei grandi tagli fatti dalla Difesa britannica.

 

La relazione tra i Gurkha e le forze armate del Regno Unito datano al 1815, quando avendoli sconfitti a mala pena, gli inglesi decisero di arruolarli piuttosto che averli nuovamente come nemici. La grande abilità di muoversi nella jungla e di combattere in quell’ambiente ne ha fatto uno dei reparti d’elìte dell’esercito inglese. Dal 2009, e solo per i soldato i arruolati da quell’anno in poi, godono dello stesso trattamento retributivo e pensionistico degli altri soldati con la possibilità di vivere in Gran Bretagna (prima venivano pagati di meno, anche se per gli standard nepalesi era comunque un trattamento privilegiato), creando così un doppio canale euna disparità nei trattamenti contributivi. Nel 2011 oltre seimila domande di arruolamento sono pervenute al comando della fora, di ragazzi tra i 17 ed i 21 anni.

Il nome Gurkha deriva dalla coittà nepalese di Gorkha. Si narra che i guerrieri di questa città siano stati benedetti dal santo guerriero hindu Guru Gorakhnath, che gli o avrebbe donato  il loro famoso coltello: il kukri. Questa formidabile arma, si dice, una volta estratta in combattimento deve per forza essere bagnata col sangue. Che sia una leggenda o meno, la presenza del kukri nelle mani di questi soldati è stata una formidabile arma psicologica, proprio come accadde contro gli argentini alle Falklands. 

CONDIVIDI
Articolo precedenteNulla cambia in Armenia
Articolo successivoPetrolio iraniano?