I giudici francesi indagano su una società hi tech accusata di aiutare il regime siriano

42

La magistratura di Parigi ha aperto un fascicolo sul presunto coinvolgimento della ditta francese Qosmos nel rifornire il regime siriano di Assad con apparecchiature di sorveglianza.

L’indagine è nata da un esposto di  un gruppo per i diritti umani che accusava la Qosmos di aver fornito del materiale utile a spezzare l’insurrezione al regime di Assad. La Qosmos nega ogni addebito. Altra società francese, la Amesys, è accusata di aver aiutato, invece,il regime libico di Gheddafi fornendogli apparati di sorveglianza poi usati per contrastare l’azione degli oppositori. Stavolta la società in questione ha ammesso il suo coinvolgimento affermando però cheil contratto era stato perfezionato solo dopo che l’Occidente aveva stretto i propri legami con Gheddafi.