Houti attaccano nel Regno saudita

61

ARABIA SAUDITA – Najran. 06/05/15. Diciotto ore fa è partita la contro offensiva Houti contro l’Arabia Saudita? Sotto attacco una città ai confini tra Yemen e Arabia Saudita: Najran. Sino stati sparati contro la città proiettili di mortaio dai ribelli Houti yemeniti sostenuti dall’Iran. I sauditi temono a breve un nuovo attacco. Nel frattempo gli Houti mandano on-line dei selfie che li mostrano dentro i confini del Regno saudita.

La televisione di stato Al-Ekhbariya ha mostrato le immagini di auto parcheggiate danneggiate, vetri rotti alle auto, marciapiedi distrutti, un edificio costellata di schegge, e un appartamento semi distrutto con un buco nel tetto. L’attacco è stato confermato dalla coalizione che ha portando avanti attacchi aerei contro i ribelli sciiti Huthi e dei loro alleati in Yemen a partire da 26 marzo. Il portavoce della coalizione guidata dall’Arabia Saudita il generale di brigata Ahmed Assiri ha detto ad Al-Ekhbariya che i ribelli avevano “casualmente” bombardato Najran colpendo «ospedali, scuole e case di civili». Ovvero tutto quello che c’è in ogni città di visibile. In una dichiarazione su Twitter, Saudi Airlines ha annunciato che «tutti i nostri voli da e per Najran sono state sospesi oggi fino a nuovo ordine». Al-Ekhbariya ha riferito che le scuole sono state chiuse. «Le forze aeree e di terra risponderanno nel modo giusto a questi atti pericolosi e non permetteranno una replica»ha detto Assiri. I militari sauditi avevano già schierato elicotteri da combattimento Apache per colpire i ribelli nella zona di confine, ha aggiunto. L’Arabia Saudita ha rafforzato la frontiera con artiglieria, carri armati e posti di vedetta in cima alle colline per bloccare ogni incursione Huthi dalla loro roccaforte tradizionale, un altopiano appena oltre il confine. Le sue forze di terra registrano ripetutamente scontri con i ribelli vicino la frontiera con lo Yemen e suoi elicotteri sono stati coinvolti in un’azione militare. Le forze saudite giovedì scorso hanno ucciso decine di ribelli dallo Yemen che ha lanciato il suo primo grande attacco sul regno da quando è iniziata la guerra contro gli Houti in Yemen. Tre soldati sauditi sono morti nella battaglia al confine Najran. Ma l’assalto di martedì è stato il primo dei Huthi su una città saudita abitata. Assiri ha accusato i ribelli di aver tentato di sabotare un’iniziativa della coalizione con l’obiettivo di fermare, almeno temporaneamente, gli attacchi aerei per consentire le consegne di aiuti umanitari in Yemen.
«Dopo l’annuncio dell’iniziativa umanitaria ieri, vogliono esprimere il loro rifiuto a qualsiasi iniziativa di pace e quindi hanno preso di mira Najran», ha detto.
Il portavoce ha descritto gli attacchi dei ribelli di martedì su Najran come “suicida”, avvertendo che «tutti coloro che si avvicinano al confine saranno uccisi».
L’assalto a Najran è stato compiuto mentre il re dell’Arabia Saudita Salman al vertice di Riyadh stava parlando della minaccia dell’Iran per la stabilità della regione. Gli Huthi sono alleati con unità dell’esercito fedeli all’ex presidente yemenita Ali Abdullah Saleh. E stanno combattendo i fedelissimi del presidente Abedrabbo Mansour Hadi, che è fuggito a Riyadh a marzo.