Hong Kong, la City d’oriente

60

HONG KONG – Hong Kong. 14/07/13. Anche se non è più chiosata come la perla d’oriente, Hong Kong, almeno in alcune zone centrali, è diventata economicamente molto “in”, fashion, appetibile dalle grandi marche internazionali.

 

La città sta diventando giorno dopo giorno la unica e  vera CITY d’oriente e gli cambi economico -finanziari da capogiro richiedono nuovo accessori, moda, lusso, anzi non extra lusso. 

Ed è quello che sta accadendo nel quartiere cuore delle transazioni finanziari di Hong Kong comunemente chiamato Victoria City. 

Di questi giorni la notizia di Alexandre Zouari Parigi, nota azienda che produce accessori per capelli, disposta a pagare 480.000 HK dollari di affitto al mese per il suo negozio da 400 metri quadrati. L’idea è di rinnovare completamente il centro commerciale IFC, stabilendo un record per la galleria di negozi nel quartiere cuore degli affari. 

«Si tratta di un record per il centro commerciale», ha detto Karim Azar, direttore generale per il leasing al dettaglio a International Finance Management Centre, che gestisce i contratti d’affitto del centro commerciale. Il marchio francese ha battuto il precedente record, risalente allo scorso anno, di un rivenditore di prodotti cosmetici che spende 1.000 Hk dollari per metro quadrato al mese. A quanto pare la cifra pagata dall’azienda parigina non è solo un record per l’IFC center consorzio guidato da Kai Properties Sun Hung, ma per tutto il quartiere, denso di centri commerciali, 

Il complesso IFC, che comprende il centro commerciale, due torri di uffici e un hotel Four Seasons, ha 1.340 posti auto. Con la crescente domanda di spazi commerciali, Palazzo IFC Cinema e ristoranti sono stati costretti a ridimensionare o essere sostituiti dai marchi di lusso. Il centro commerciale ha sollevato gli affitti fino al 40 per cento come leasing del rinnovo di quest’anno. In linea con il piano di Sun Hung Kai Properties ‘di rinnovare il mix commerciale della sua joint-venture porticato al dettaglio, Palazzo IFC Cinema – che ha aperto nel centro commerciale di 10 anni fa – ridurrà la sua dimensione di 3.500 metri quadrati a 11.500 metri quadrati a seguito di una recente locazione rinnovamento.

«Dato che il cinema si trova adiacente al negozio più costoso, Alexandre Zouari Parigi, divideremo i 3.500 metri quadrati in quattro negozi al dettaglio. Servirà per attirare più acquirenti», ha detto Azar. Illustrando l’appello del flusso di cassa di negozi di alto livello, la gamma di prodotti Alexandre Zouari Parigi comprende spazzole per capelli per donne che costano più di 400 HK dollari.

Per far posto a più negozi al dettaglio, Azar ha detto il centro commerciale prevede di ridurre il numero di ristoranti da 41 nel 2005 a 27 entro la fine di quest’anno. Tra coloro che dovranno lasciare a breve sono G Bar e sala ristorante alla moda H, uno al quarto livello, entrambi presenti dal IFC dal 2005.

Lane Crawford, che offre il più grande assortimento di marchi di lusso nella regione, prenderà i 10.000 metri quadrati lasciati liberi da questi due punti. E attualmente affitta 82.000 sq ft al centro commerciale.

Lin aspetta ristoranti per passare a edifici in Wellington Street e Stanley Street che offrono affitti di circa HK $ 30 per piede quadrato. Il «Cinema gradualmente ritirarsi a centri commerciali situati in posizioni secondarie, come Tseung Kwan O, non riescono a competere con i marchi di lusso che hanno la capacità di pagare cifre esorbitanti per prime posizioni», ha detto Lin.

Azar ha detto IFC Mall ha registrato un fatturato complessivo di oltre HK 10 miliardi dollari l’anno scorso, in crescita del 15 per cento rispetto all’anno precedente. «Abbiamo una lunga lista d’attesa di potenziali inquilini che intendano trasferirsi in Quindi, noi non rinnovare quei vignaioli i cui vendite sono state poco efficiente» ha detto.