Hezbollah e SAA si comprano Damasco

76

È uscito il nuovo calendario preparato dalla Commissione per la Sharia di Daesh: siamo dunque nel mese di Jumada Al-Ula. La Infosec del Califfato ha editato dei piccoli consigli per i mujahidin della comunicazione: la lista dei 6 servizi VPN che contengono le bb bomb nelle applicazioni android, e un servizio VPN che tutela i dati personali, ad esempio. Sempre in materia informatica, ISIS ha postato on line una serie di account da poter utilizzare su twitter per far fronte a quelli eliminati da Anonymous nelle sue “opISIS”.  In Iraq cominciano ad essere postate notizie delle torture effettuate dai curdi nel nord dell’Iraq sui bambini sunniti di 11 anni. A scriverlo questa volta non sono stati gli attivisti iracheni ma le organizzazioni umanitarie. La pratica è costante e l’accusa è di essere soldati o affiliati a ISIS. Per tornare in teatro, proseguono a Mosul e dintorni gli attentati. Generalmente un attacco vede l’invio di un suicida su un mezzo carico di esplosivo in direzione dell’esercito iracheno. Mezzo che si fa esplodere tra i mezzi delle milizie sciite o dell’esercito iracheno. Subito dopo ISIS ha lanciato dei missili; successivamente ci sono degli sono stati degli scontri e ISIS ha lanciato il secondo suicida. Scontri accesi oggi anche nella “riva sinistra di Mosul” ultimo baluardo di ISIS in città. Diversi gli attacchi da parte delle milizie nell’area. Secondo gli osservatori della sfera ISIS gli scontri più accesi tra ISIS e le forze irachene sarebbero nella zona nord est e sud est di Mosul. Bombardato nei giorni scorsi anche l’aeroporto di Mosul secondo fonti twitter sunnite.
La notizia che più ha stuzzicato più reazioni ai post è quella delle forze speciali americane che attraversano il fiume Eufrate accompagnati da un drone che protegge e verifica che non ci siano nemici nei paraggi. ISIS ha ripreso la notizia da account di curdi che l’avevano postata. A latere di questa informazione un’altra che stupirà chi si aspettava una politica in ritirata per Trump: gli USA stanno inviando più armi ai curdi di quanto non facessero in precedenza. A Damasco Daesh fa sapere che Hezbollah e SAA stanno colonizzando Damasco. Account di attivisti riferiscono che questa volta hanno preso beni e proprietà degli sfollati. Per quanto riguarda il fronte FSA – Assad abbiamo Faylaq Al-Rahman che blocca l’avanzata dei lealisti a Jobar, Damasco. Altri scontri si sono registrati come al solito a Hazrama con i ribelli sulla difensiva. Finita nel vuoto l’operazione dei lealisti di bloccare l’autostrada Damasco – Homs. L’attacco è stato respinto per ben due volte. La Fao ha lanciato cibo su Deir Ez Zor, città assediata oramai da tre anni. Ad Aleppo segnalate nuove armi arrivate a YPG e nuove armi russe arrivate ad Assad. Il rischio è che ad al Bab vi sia lo scontro Turchia-Assad-USA.
Redazione
DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico. È possibile acquistare il libro su Tabook.it