Conchiglie contro il TPP

5

HAWAII – Lahaina 30/07/2015. Circa 400 manifestanti hanno fatto risuonare le loro conchiglie su una spiaggia delle Hawaii il 29 luglio per manifestare contro l’accordo commerciale che è in discussione tra le 12 nazioni (Stati Uniti, Australia, Brunei, Canada, Cile, Giappone, Malesia, Messico, Nuova Zelanda, Perù, Singapore e Vietnam) che si affacciano sul Pacifico, il Tpp.

I dimostranti hanno suonato le conchiglie di fronte al resort Westin Maui di Kaanapali Beach, in cui sono riuniti i ministri per discutere dell’accordo commerciale Trans-Pacific Partnership. Gli organizzatori della protesta dicono che dell’accordo commerciale beneficeranno alcune grandi aziende sacrificando la salvaguardia per la salute pubblica, l’ambiente, i posti di lavoro locali e i diritti degli indigeni, riporta l’agenzia Ap. L’accordo dovrebbe abbassare le tariffe e le altre barriere commerciali, imponendo nel contempo standard lavorativi e ambientali ai membri. L’amministrazione Obama ha detto che il Tpp dovrebbe stimolare la crescita economica statunitense e aiutarla a mantenere posti di lavoro di alta qualità nel paese, aumentando le esportazioni. I manifestanti hanno protestato perché i nativi hawaiani intendono richiamare l’attenzione sulla verifica effettiva delle promesse dell’accordo. Gli organizzatori della protesta hanno anche inteso stabilire un nuovo record mondiale per il numero di persone che che hanno suonato le proprie conchiglie contemporaneamente, e infatti erano presenti i giudici del Guinness dei Primati.