Haitiani bloccati a Tijuana

17

di Tommaso Dal Passo MESSICO – Tijuana 27/09/0216. Centinaia di haitiani che sperano di attraversare il confine e andare negli Stati Uniti sono bloccati a Tijuana, città di confine nel nord-ovest del Messico.

Migliaia di haitiani fuggiti loro patria dopo il terremoto del 2010 furono accolti in Brasile, che però colpito pesantemente dalla recessione non ha potuto offrire loro speranze per il futuro. 

Gli haitiani si sono spostati verso gli Stati Uniti, ma ora si trovano abbandonati in Tijuana, città vicina alla statunitense San Diego.

Le autorità statunitensi permettevano fino a una settimana fa, riporta Efe, a circa 100 migranti al giorno di chiedere l’ingresso negli States, ma Washington ha cambiato la sua politica: l’amministrazione Obama ha detto che gli haitiani illegali saranno riportati in patria.

Circa 5.000 haitiani sono stati autorizzati a entrare negli Stati Uniti attraverso il Messico finora, ma il numero degli  illegali è molto più elevato. Quelli rimasti in Messico vivono in un limbo di cui non si prevede la fine.