Hacker turchi contro la Siria

45

TURCHIA – Istanbul 25/08/2013. Hacker turchi hanno attaccato il sito web dell’agenzia di stampa ufficiale della Siria, la Sana, il 23 agosto, in segno di protesta contro l’uso di armi chimiche nel paese, a seguito della quale oltre 600 persone sono state uccise, riferisce il quotidiano Sabah il 24 agosto.

Inoltre, secondo il giornale, gli hacker turchi hanno attaccato e distrutto i siti ufficiali di varie agenzie di stato siriane, tra cui i siti web dell’agenzia strdale e delle agenzie di assistenza di emergenza. Il 21 agosto un attacco chimico non confermato  ha ucciso oltre 700 persone. La Coalizione Nazionale di opposizione siriana sostiene che il numero delle vittime potrebbe arrivare a 1.300. Le autorità siriane, a loro volta, hanno liquidato le informazioni come propaganda.