Si riaffaccia l’H1N1 in India

62

INDIA – Nuova Delhi 14/02/21015. L’India ha registrato un forte aumento del numero di morti per influenza suina.

Il virus H1N1 ha causato 485 morti in India tra il 1 gennaio e il 12 febbraio, ha detto in conferenza stampa il 13 febbraio il segretario di stato alla Salute Arun Kumar Panda. Panda ha detto che più di 6.000 persone erano risultate positive al virus in quel periodo. «Non c’è alcuna spiegazione o ragione», ha detto Panda «Chiederemo agli stati di indagare perché il numero dei casi è in aumento». Nel 2009-2010, la pandemia di H1N1 ha toccato dal Messico centrale altri 74 altri paesi, tra cui India, uccidendo circa 284mila persone, secondo il Centro statunitense per il controllo e la prevenzione delle malattie. Più di 2.700 morti si registrarono in India tra il maggio 2009 e il dicembre 2010. L’anno scorso, l’India ha registrato 218 decessi per influenza legati suina e 937 casi, in calo dal 2013, quando i morti furono 699. L’11 febbraio, il governo indiano ha detto di aver emanato un ordine per aumentare lo stock nazionale di kit diagnostici per verificare il virus. Le autorità hanno anche chiesto 10mila maschere aggiuntive e 60mila dosi di farmaco anti-virale. Il governo prevede di redigere linee guida per la vaccinazione degli operatori sanitari. Panda, tuttavia, ha respinto le notizie di una carenza diffusa di farmaci per combattere l’influenza suina. Panda ha poi detto che ci sono stati solitamente più casini H1N1 in inverno e si prevede che il numero si abbassi nelle prossime settimane.