Khadr lascia Guantanamo, sconterà la pena in Canada

57

Il più giovane prigioniero occidentale di Guantanamo è stato rispedito nel suo Paese natio per scontare l’ultimo periodo di detenzione, ovvero il Canada, si tratta di Omar Khadr. A riferirlo il ministro canadese per la Pubblica Sicurezza Vic Toews il quale ha spiegato che Khadr, quindicenne combattente in Afghanistan, era stato catturato nel 2002, […]

[…] ed era stato imprigionato a Guantanamo ed ora è arrivato in una base militare a Trenton, Ontario. Il caso Khadr ha fatto discutere molti sia in Canada che all’estero, data la sua età quando fu stato catturato, la natura della sua detenzione e la riluttanza dei funzionari canadesi ad accettare il suo ritorno in patria.

Un tribunale sui crimini di guerra degli Stati Uniti nel 2010 ha condannato Khadr, ora 26enne, a 40 anni di carcere, per aver ammesso di essere un cospiratore affiliato a al Qaeda e di aver ucciso un soldato americano, Christopher Speer, medico, con una granata in un conflitto a fuoco. Tra i suoi compiti: spiare convogli americani e capire come avvenivano le forniture di materiale per sostenere la lotta al terrorismo.

Khadr fu la prima persona, dalla seconda guerra mondiale ad essere giudicata in un tribunale per crimini di guerra per gli atti commessi da un minore. Era il più giovane prigioniero a Guantanamo, anche se precedentemente sono stati altri ragazzi di età inferiore alla sua.

Il canadese Khadr è stato portato in Afghanistan dal nonno, un anziano membro di Al Qaeda, e veniva addestrato per fabbricare bombe, Khadr è stato catturato in un conflitto a fuoco, durante il quale è stato accecato ad un occhio e colpito con arma da fuoco due volte alla schiena.