Grecia sorvegliata speciale dalla Cina

33

La Cina prenderà precauzioni contro la possibile uscita della Grecia dalla zona euro, che causerebbe turbolenze sui mercati finanziari globali e metterebbe un freno alle esportazioni di Pechino.

Secondo Ba Shusong, economista presso il Centro di Ricerca per lo Sviluppo del Consiglio di Stato, o Gabinetto della Cina se la Grecia lasciasse la zona euro la Cina arretrerebbe e il suo Pil scenderebbe sotto il 7%. Egli ha esortato le autorità a seguire da vicino gli sviluppi in Europa e adeguare le politiche economiche in linea con le modifiche. Una via di uscita secondo l’economista è quella di continuare a mantenere la crescita degli investimenti, effettuare una riduzione strutturale fiscale e rafforzare il ruolo del capitale privato, ha aggiunto. L’economista ha osservato che se la Grecia rimane nella zona euro, le esportazioni cinesi riprenderanno dopo aver toccato il fondo nel secondo trimestre del 2012 e non dovrebbe esserci alcun massiccio stimolo fiscale come il 4 trilioni di yuan (634 miliardi di dollari Usa) preannunciati dal piano di investimenti alla fine del 2008 per contrastare la crisi finanziaria globale.