Corridoio meridionale: Baku e Atene al voro

48

AZERBAIJAN – Baku. 07/02/14. Il Ministro greco per la Ricostruzione e Attività Produttive, Ambiente ed Energia Panagiotis Lafazanis andrà in Azerbaigian il 12 febbraio per discutere i temi della cooperazione nel settore dell’energia.

Adarne notizia l’ambasciata greca in Azerbaigian. Fonte Trend.az. Prenderà parte alla prima riunione del Consiglio consultivo del corridoio meridionale del gas che consentirà all’Europa di diversificare le fonti di approvvigionamento di idrocarburi e rafforzare la sicurezza energetica e permetterà all’Azerbaigian di ottenere un nuovo mercato in Europa. La Grecia è interessata allo stage 2 dello sviluppo del giacimento a gas e condensati in mare aperto Shah Deniz. Il gas prodotto in questo campo andrà al mercato europeo per una quantità di 10 miliardi di metri cubi. Il contratto per lo sviluppo del giacimento offshore di Shah Deniz, che ha dimostrato di avere una riserva di 1,2 miliardi di metri cubi di gas, è stato firmato il 4 giugno 1996. Gli azionisti per lo sviluppo di Shah Deniz campo sono: SOCAR (16,7 per cento), BP (28,8 per cento), Statoil (15,5 per cento), NICO (10 per cento), Total (10 per cento), Lukoil (10 per cento) e TPAO (9 cento).