Gli ausiliari di polizia marciano su Algeri

20

Migliaia di ausiliari di polizia, reduci della “guerra” contro i gruppi islamici armati, hanno cercato il 9 luglio di marciare su Algeri per chiedere paghe più alte, ma sono stati bloccati dalla polizia algerina.

Circa 40mila uomini hanno raggiunto la località di Birkhadem, fuori Algeri, e si sono confrontati con i colleghi della polizia che li hanno bloccati. La marcia era iniziata nella città di Blida a 48 km dalla capitale. I 93mila ausiliari, conosciuti in Algeria col nome di “Guardie pubbliche” sono stati creati nel 1994 per supportare la polizia locale nei villaggi all’interno del Paese, luoghi in cui lo scontro con le milizie islamiche si era fatto più duro. Le loro richieste sono indirizzate ad ottenere gli stessi benefici assicurativi e medici che hanno le forze di polizia regolari oltre che poter entrare nella stessa polizia e nella gendarmeria.